“Niente è perduto”  (2014 Casa editrice Chiandetti) è un libro sulle tradizioni popolari friulane, illustrate attraverso le opere pittoriche di Otto D’Angelo e i testi di Guido Sut. L’associazione culturale Viandants rievoca con i suoi racconti le atmosfere, i sentimenti, le visioni di quell’antico mondo, forse perduto.